lunedì 23 maggio 2011

alla quarta prova Umbria Marathon ancora un secondo posto

A Narni in località Ponte San Lorenzo, si è disputata la quarta prova del circuito del centro Italia denominato Umbria Marathon, ed io come era in previsione ne ho preso parte per difendere la maglia di questo circuito ma soprattutto per portare avanti una sfida iniziata il venti febbraio con l'Orvieto Wine Marathon.Ringrazio tutti gli organizzatori delle singole gare che fin qui mi hanno invitato alle loro belle gare contraddistinte da paesaggi e percorsi mozzafiato.
Tornando alla gara di ieri, abbiamo preso il largo fin dalle prime battute io e Balducci e consolidato il vantaggio fino al gpm di giornata, dove Balducci ha scollinato con una manciata di secondi nei miei confronti.Non c'è molto altro da dire della gara di ieri ma è doveroso ricordare che Balducci è già la quarta vittoria che ottiene al circuito Umbria marathon ed io quattro secondi posti.
Domenica riposerò o per meglio dire non gareggierò.La mia domenica mattina la sfrutterò per fare un buon allenamento in vista delle prossime gare...sarà un mese di Giugno faticoso soprattutto perchè sta per iniziare il gran caldo ed è indispensabile dosare le energie!

lunedì 16 maggio 2011

una GF Graspalonga polverosa, anzi nooooo.......

E' normale, o quasi, pensare che dopo settimane di secco alla Graspalonga avremmo trovato bello asciutto il tracciato di gara ed infatti i molti bikers che  Sabato ne hanno  provato qualche km hanno  ammesso di aver avuto a che fare con molta polvere e sembrava che dopo l'esperienza dell'anno precedente con molta pioggia la vigilia della gara, il meteo ci avesse regalato per quest anno una giornata con almeno poca pioggia. Le previsioni meteo non erano  incoraggianti ma molti bikers credo ritenessero uno scroscio d'acqua(quello che effettivamente è stato poco prima della partenza) poca cosa o perlomeno quello che sarebbe bastato per "bagnare" la polvere.Io la ho pensata così e anche la pioggia che appena prima del via stava cadendo fine sopra le nostre teste non mi ha dato particolari preoccupazioni.Una partenza data alle nove e trenta dalla piazza di Castelvetro, ha visto in pochi km la fuga di Cattaneo che per i primi km si è visto protagonista ed io, Costa e Pallhuber più staccati che passavamo sul gpm staccati di qualche centinaio di metri. Mi chiedevo come facessi ad essere così brillante nella prima parte di gara visto che durante la settimana le mie sensazioni non erano delle migliori.Comunque sia, nei primi km il percorso non presentava particolari difficoltà anche se io in discesa già non vedevo più bene a causa dell'acqua che mi appannava gli occhiali.Se toglievo gli occhiali per cercare di risolvere il problema l'aria mi entrava negli occhi e, con le lenti a contatto in quelle condizioni non stavo bene.  Appena prima della discesa che anticipava l'ascesa al passo Tre Croci ho ostacolato Pallhuber che mi ha chiesto strada. Sulla salita del Tre Croci sono rimasto a ruota di Costa e Pallhuber ma, una volta lasciata la strada lastricata il percorso ci ha creato molti problemi specie in questa parte di gara per il terreno argilloso che si appiccicava sulle ruote impedendoci di procedere regolarmente. Sono riuscito ad iniziae la discesa in terza posizione con Cattaneo sempre primo, Pallhuber secondo, ed io che stavo scendendo da principiante con la bici che mi sembrava una saponetta che non riuscivo a guidare.In questo frangente un tecnico Dei Tos mi ha superato  al quadruplo della  mia velocità ed abbiamo comunque fatto assieme la successiva pianura che anticipava una salita sottobosco dove, in pochi secondi ci siamo trovati io, Dei Tos, Costa, Bettin e Sargenti. Pallhuber e Cattaneo avevano preso il largo.La successiva parte di gara è per me stata molto dura, in salita non andavo più un granchè forse per la pioggia che mi ha inchiodato le gambe e le discese che non riuscivo ad impostare.C'è anche da dire che quando in gara ti senti"gasato" perchè in salita vai e in discesa riesci a far bene, in conclusione ti riesce bene tutto. Ieri per me è andato male proprio tutto...una giornataccia!Nella parte finale di gara ho guadagnato tre posizioni che con un po' di convinzione e, se mi fossi mosso un po' prima potevano tranquillamente essere sei o sette: davanti a me, infatti un paio di minuti mi dividevano dalla settima posizione. Durante la gara un brillante Andrea Dei Tos, mio compagno di squadra all'Olympia, grazie ad una buona condizione e ad una capacità di guida notevole, ha conquistato un'ottima seconda posizione!Al primo posto Pallhuber anch'esso "ballerino" da fango ha vinto la prima gara del 2011.Terzo ha chiuso Cattaneo pochi secondi davanti a Costa. Con questo risultato ho ceduto la maglia di leader del circuito IMA Scapin ad Andrea Dei Tos.

martedì 10 maggio 2011

Alla marathon da Piazza a Piazza un buon terzo assoluto

Domenica scorsa, alla marathon da Piazza a Piazza, valida per la Coppa Toscana e per l'IMA Scapin, ho ottenuto un buon terzo posto assoluto.La partenza data dalla piazza Mercato Nuovo e non come solitamente avveniva gli scorsi anni da Piazza Duomo, ha visto oltre 700 bikers schierarsi al via.La partenza, data alle ore nove, è stata caratterizzata da un buon tratto su asfalto a velocità controllata dietro macchina.La salita vera e propria è cominciata dopo una ventina di minuti e, subito i migliori e più accreditati per la vittoria si sono messi in mostra.In questo primo frangente si è formato un drappello comprendente:Casagrande, Zoli,io,Vega Burzi e Spadi.Sulla successiva discesa riusciva ad entrare anche il mio compagno di team Dei Tos ed assieme abbiamo percorso la gara fino al sessantesimo chilometro circa dove, il gruppetto si frazionava con un Casagrande in grande spolvero in prima posizione che prendeva il largo, Zoli in seconda posizione, io dopo aver ripreso Spadi che aveva tentato un allungo in terza posizione ed appunto Spadi e Burzi in quarta e quinta posizione che comunque non mi mollavano un metro.
Sulla successiva e tecnica discesa, Burzi prendeva un po' di vantaggio ed io e Spadi abbiamo favorito il ricongiungimento di Dei Tos che in discesa e pianura andava a tutta per rientrare.Da qui alla fine della gara è stata per me una cavalcata solitaria dove ho percorso una decina di km assieme a Dei Tos e i rimanenti venti da solo.Abbiamo ripreso Burzi e via tutta fino al traguardo dove Zoli mi ha preceduto di circa un minuto e quaranta e Casagrande di un bel po': più di dieci minuti....che gamba!

giovedì 5 maggio 2011

Domenica al via della marathon Da Piazza a Piazza

Dopo la prima marathon stagionale, corsa lo scorso 17 Aprile denomitata Tiliment Superbike e valida per i circuiti Alpe Adria Cup e IMA Scapin, domenica 8 Maggio un'altra impegnativa marathon mi aspetta: la Da Piazza a Piazza facente parte anch'essa del circuito Italian Mtb Awards presenterà un tracciato con quasi le stesse caratteristiche della Tiliment almeno per quanto riguarda dislivello e chilometraggio anche se di km ne presenta una decina in più la prima tra le due.Al via sarnno schierate squadre di prim' ordine come la Torpado Surfing Shop, la Sintesi e appunto la G.S.Cicli Olympia con me e Dei Tos. Non resta altro che sperare nel bel tempo e cercare di correre una gara con regolarità per non rischiare di "saltare"visto il lungo chilometraggio.

domenica 1 maggio 2011

All'XC Tra le Torri i più forti siamo io e Antonello.


Un XC Tra le Torri corso a una manciata di km da casa mia, non poteva che essere corso con grinta, tenacia, determinazione e voglia di portare a casa il massimo risultato.
Non avevo però tenuto conto che sulla mia strada avrei trovato dei giovani tenaci e vogliosi di ben figurare e che quest anno hanno dimostrato in più occasione che le ruote grasse gli si addicono alla perfezione.
Il bravo Giacomo Antonello, da quest anno in forza alla compagine Torinese Giant, mi ha dato del filo da torcere già sulle prime aspre rampe di giornata e, poco indietro un competitivo Nicolò Ferrazzo ci era poco distante e sempre pronto e deciso a guadagnare su di noi qualche secondo prezioso sulle discese più impegnative.Poco più indietro Tessaro della Toffoletto manteneva il quarto posto assoluto senza problemi.All inizio del secondo giro, un guaio alla sella mi ha rallentato per qualche secondo ed ho così perso una manciata di secondi nei confronti di Giacomo che nel frattempo già non vedevo più.A metà del medesimo giro, uscito da un tratto tecnico nel bosco, percorso a buon ritmo ho riiniziato a vedere la casacca grigio azzurra di Antonello ed ho così potuto operare il ricongiungimento avvenuto poco dopo.il terzo giro ci ha visti nuovamente appaiati con Ferrazzo poco dietro che ci aveva sempre a tiro.
L'inizio dell'ultimo giro ci ha fatto capire che, potevamo anche tranquillamente arrivare assieme perchè la nostra condizione era pressochè uguale; un ultimo giro percorso quindi non al limite ma tranquillo controllando la situazione alle nostre spalle.All'arrivo la mia ruota ha anticipato quella di Giacomo ma non c'è stata volata.Oggi ho portato a casa la mia 150°vittoria della mia lunga carriera in mountainbike ed ora l'obiettivo sarà quello di incrementare ancora questo numero perchè la voglia di pedalare è tanta e la grinta non mi manca di certo!!

Finita la stagione col 4° posto al Trofeo D'Autunno

Dopo il terzo posto di S.stino di Livenza e le non brillanti prestazioni di Porto Viro ed Adria, mi sono parzialmente riscattato a Rottanov...