giovedì 29 settembre 2011

Buona la prova di Noventa di Piave

Con la prova di domenica 25 settembre in quel di Noventa di Piave, si è archiviata anche la quinta prova del Trofeo autunnale 2011.
Ai nastri di partenza, molti big erano attesi ed oltre a Braidot Stefano del GS Forestale erano presenti al via anche Alessandro Fontana del medesimo team, lo squadrone Torpado con Zoli, Tiberi e Bui e l'Olympia con me e Dei Tos.Una partenza come sempre a razzo ha fatto capire da subito che intenzioni avessero gli uomini Torpado con un buon Bui subito a fare l'andatura per guidare i compagni all'imbocco del tratto tecnico in prima posizione. Sono riuscito a contenere gli attacchi di Zoli e Tiberi che nel tratto boschivo, molto tecnico cercavano di imprimere un elevato ritmo alla gara per scremare il più possibile il gruppo dei migliori; dopo due giri siamo rimasti al comando in quattro così io, Zoli, Tiberi e Braidot abbiamo fatto gara dura tra di noi ma ci siamo presentati all'ultimo giro divisi solo da qualche secondo con me e Braidot più staccati di qualche metro e i due compagni che alzavano le braccia al cielo .Più staccati concludevano la gara Carraro quinto, Dei Tos sesto e Bui Marco settimo che mi farebbe piacere vedere ancora a qualche prova dell'autunno. Domenica prossima sarà la volta di San Stino dove vinco da quattro edizioni di seguito...

domenica 18 settembre 2011

Vittoria finale agli Italian mtb Awards Scapin

Dopo la buona prova di domenica scorsa alla prova del Trofeo D'autunno corsa a Crespignaga di Maser sede di gare degli Internazionali d'Italia gli anni passati, dove, ho colto un buon quarto posto alle spalle di atleti di buon livello quali: Franzoi, Braidot stefano e Hofer, questa mattina mi aspettava una prova d'alto livello alla Rampiconero di Camerano dove, con tutte le forze dovevo cercare di difendere il titolo di leader provvisorio del circuito Italian mtb Awards Scapin di cui fino a questa mattina ero leader nella categoria Elite/Under23.Dovevo guardarmi dagli attacchi di Manuele Spadi che, partito piano all'inizio della stagione per un guaio fisico rimediato in allenamento, nelle ultime gare Alta Valtellina e Vecia Ferovia mi si era avvicinato di molto in termini di punteggio.
La spettacolare gara di Camerano, prevedeva tre salite, ma la seconda con la scalata del monte Conero era la più impegnativa.Sono partito un po' malino con una partenza non proprio adatta a me e, dove era necessario prewstare attenzione per il passaggio in centro di Camerano e la successiva discesa che immetteva nel primo tratto sterrato molto impolverato che, nelle posizioni dopo la trentesima impediva una buona visibilità per la gran polvere alzata dai bikers.
Una volta iniziata la salita si è subito capito che i più in forma erano Di Marco protagonista molto spesso in questa gara, Ragnoli, il rientrante e, direi molto competitivo Baretto al quale vanno i miei complimenti, Spadi, Casagrande e amatori del calibro di Minucci mikauloski che ho visto solo per qualche frangente di gara.
Per mia sfortuna o meglio per mia giornata non troppo buona, mi sono trovato sul monte Conero dopo la quindicesima posizione ma fortunatamente, a quindici dall'arrivo mi è tornata un po' la gamba e, sono riuscito a guadagnare qualche posizione che mi ha permesso di agguantare coi denti il decimo posto che mi è valso con buon margine la vittoria agli IMA Italian MTB Awards Scapin! Sono soddisfatto e mi sento pertanto ripagato dei sacrifici che per questo circuito ho fatto come ad esempio il più significativo essere partito alle 21:30 da casa per l'Alta Valtellina ed essere arrivato a Santa Caterina Valfurva all'una e mezza !Sono proprio felice ...
La gara è stata vinta dal bravo Di Marco che, quest anno ha fatto vedere bellissime cose, un ottimo Baretto secondo e un bravo Ragnoli già vincitore di Conca d'Oro e Alta Valtellina, terzo.Quarto Manuele Spadi che, se fosse arrivato terzo mi avrebbe messo in serie difficoltà per il titolo.Quinto Casagrande Francesco che vince il Challenge per la classifica assoluta relegandomi al secondo posto.Ora mi godo il titolo e nei prossimi giorni deciderò quali gare disputare per il finale di stagione!Ciao a tutti

lunedì 5 settembre 2011

A Selva di Trissino buon secondo

ieri mattina abbiamo corso la Gnocco Bike a selva di Trissino nel Vicentino.Gara dal profilo altimetrico molto duro, che presentava una lunga salita con erte molto impegnative e che in alcuni casi costringevano i bikers a mettere il piede a terra e una discesa particolarmente tecnica  che immetteva nell'ultimo tratto di gara .
Il tutto da ripetere per ben quattro tornate per la categoria Elite e Under23.
Ai nastri di partenza parecchi atleti delle categorie agonistiche con in prima linea Enrico Franzoi già vincitore nel Cross di un titolo mondiale da Under23 ma anche di Campionati Italiani; Stefano Dal Grande della Full Dinamix, atleta Under molto competitivo e promettente che mi ha già messo in difficoltà in alcune occasioni in questa stagione; Zampese Fabio secondo classificato la scorsa settimana allXC della Motha e molti altri atleti di buon livello.
Una partenza a razzo come sempre con Dal Grande a scattare sul primo strappo di giornata e Franzoi a ruota che aspetta il momento giusto per innestare il turbo...Alla fine della prima tornata, si è infatti capito subito che il ciclocrossista che dal prossimo anno sarà in forze al team professionistico Miche volesse testare la condizione in vista delle prime gare di ciclocross e si è presentato sotto lo striscione al primo giro già in vantaggio di qualche centinaio di metri sull atleta targato Full Dinamix Dal Grande.Io, sono transitato già staccato di un bel po' assieme a Zampese ma con discrete sensazioni. Ho cercato di aumentare il ritmo nei successivi due giri immaginando di potermi avvicinare ai battistrada ma non c'è stato nulla da fare. Dal Grande nemmeno lo vedevo e Franzoi avrà avuto su di me all'ultimo giro un vantaggio che si aggirava sugli otto nove minuti.
Alla fine del quarto giro, quando ormai le energie erano ridotte al lumicino, ho agganciato Franzoi perchè ha sfortunatamente rotto la catena; il bello è che si è percorso ben sei km di corsa con la bici a spinta dimostrando che anche a piedi ci sà fare. Dal Grande ha così potuto gioire per una vittoria inaspettata e molto bella perchè abita vicino al paese dove abbiamo gareggiato. Franzoi appiedato ha concluso la sua fatica in terza posizione dimostrando una grandissima condizione.Io ho concluso al secondo posto; quarto Dei Tos, quinto Zampese. Appuntamento alla prossima domenica dove partirò con la maglia di leader del Trofeo D'Autunno.

Sabato 11 Agosto 3°all' XC di Toppo di Travesio

Bella gara, bel percorso , bella organizzazione : è  l XC di Toppo di Travesio, gara organizzata peraltro da Giuseppe Rossi e Froggy Line T...