mercoledì 29 aprile 2009

30%di sconto su tutte le bici Olympia

Il Ministero dell'Ambiente, per incentivare l'uso di veicoli a basso impatto ambientale, ci consente di offrirti una grande opportunità:il 30% di sconto sul prezzo al pubblico di qualsiasi bici Olympia. Corri in negozio: la deduzione è immediata!
La mobilità sostenibile conviene! Dal 22 aprile, grazie agli incentivi del Ministero dell'Ambiente, potrai acquistare qualsiasi bici Olympia di qualsiasi modello, anche a pedalata assistita, con il 30% di sconto!
Lo sconto verrà applicato dal rivenditore direttamente al momento dell'acquisto, e sarà calcolato sul prezzo al pubblico (iva inclusa), con un massimo deducibile di € 700.
Questa opportunità unica premia l'utilizzo di veicoli a basso impatto ambientale e favorisce la tutela del pianeta e soprattutto, la nostra salute.
Offriti una ENERGY ad esempio, la nuova bici elettrica di Olympia oppure una ZIP, la bici pieghevole per la barca, l’auto, il camper!Sei uno stradista puro? Per te c’è la splendida HERO, top racing bike monoscocca (http://www.olympiacicli.it/dettaglio_ita.php?idprodotto=63) E sei vuoi seguire le orme di Marzio Deho e Gilberto Simoni, scegli una CSL-X, super mtb da XC (http://www.olympiacicli.it/dettaglio_ita.php?idprodotto=48).
Insomma, sbizzarrisci la tua fantasia scegliendo tra i moltissimi modelli del nostro catalogo.
La tua Olympia del cuore non è più un lusso! Cerca qui, il rivenditore più vicino: http://www.olympiacicli.it/rivenditori_ita.php .


Cicli Olympia s.n.c.Via G. Galilei, 12/A 35028 Piove di Sacco (Pd)Tel. +39 049 9703000Fax +39 049 9703782 e-mail: info@olympiacicli.ithttp://www.olympiacicli.it/

Team Olympia:Nicola Dalto secondo al regionale XC, Deho secondo alla GF Paola Pezzo

Il capitano del Team Olympia terzo nella Gran Fondo dedicata all'olimpionica Pezzo.
Dopo la vittoria di sette giorni fa nella Otzi Alpin Marathon, gara a staffetta multidisciplinare (corsa in montagna, MTB e sci alpinismo), Marzio Deho coglie un altro importante risultato nella Gran Fondo Paola Pezzo.Nell'ottava edizione della gara dedicata all'olimpionica veronese il bergamasco Deho ha dato prova di un'ottima performance soprattutto nella seconda parte di gara quando, in compagnia di Mirko Celestino, ha recuperato terreno allo scatenato Alexey Medvedev, del Team Scapin, che con una fuga di quasi 40 chilometri si è aggiudicato la competizione. Nella volata a due Deho non è riuscito ad avere la meglio sull'ex stradista Celestino chiudendo così la sua prova al terzo posto.Ottima anche la prestazione di Nicola Dalto, secondo classificato nella prova valida per il Campionato Veneto XC a Farra di Soligo (TV).Venerdì 1 Maggio Marzio Deho e Agostino Andreis saranno impegnato nella G.F. Città di Fidenza (PR) mentre Nicola Dalto con il resto del Team sarà a Collalto di Susegana (TV) al 17° Giro della Torre. Domenica 3 Maggio tutto il Team sarà al via della G.F. Valleoagra a Schio (VI). fonte: comunicato stampa

A Collalto terza prova Veneto Cup

Solo il cattivo meteo di questa settimana ha frenato il lavoro dell'UC La Vallata Banca Prealpi in collaborazione con il gruppo Collalto Corse, per preparare una tra le più anziane manifestazione di Xc del Veneto. Anche se le previsioni fanno ben sperare il percorso sarà ritoccato e nella mattinata di venerdì 1maggio assieme alla giuria verranno confermati o tolti alcuni dei giri previsti. Classico giro grande di 16km e quindi un circuito di 9 ripetuto più volte. La partenza è prevista per le10.15. La regia sarà affidata a Luigino Cecchinel ed al presidente GianfrancoDe Bastiani. Questa terza provarimane, dopo Farra, uno tra i tracciati più selettivi, basti pensare che nella passata edizione furono protagonisti Walter Costa, RafaelVisinelli, Johnny Cattaneo e Marzio Deho, il primo indossò pure la maglia rossa per il regionale. Non mi resta che incrociare le dita e un arrivederci a Collalto di Susegana con un gruppo di ragazii DOC. Luciano Martellozzo

lunedì 27 aprile 2009

Alla GF Paola Pezzo si impone Medvedev, secondo Deho

Alexey Medvedev, chi l'ha visto? È lui il vincitore della GF Paola Pezzo - Città di Garda, e tra le donne chi poteva essere se non... Paola Pezzo? Ma per l'ex campionessa olimpica non è stata una vittoria così scontata. Poco prima del via di Garda la prima sorpresa. Era annunciato bel tempo dalle previsioni meteo ed invece è iniziato a gocciolare, una pioggia sottile e fastidiosa che faceva contrasto con le acque del lago perfettamente piatto.Puntuale alle 10 lo start del primo gruppo (erano in 1.600 allineati sul lungolago) e già sulla salita iniziale, un lungo nastro di asfalto, si è assistito alle prime scaramucce. Un gruppo con una ventina di bikers si è staccato subito dal lungo serpentone ma alla prima asperità il russo Medvedev ha allungato, inizialmente con 'grazia', poi con decisione lasciando piantati sui pedali tutti i più forti. La gara maschile da quel momento ha spento l'entusiasmo, Medvedev si è prodotto in una progressione impressionante, e quando Deho e compagni hanno realizzato che la sua era un'azione decisiva era già troppo tardi. 'Un uomo solo al comando' insomma, come succedeva nelle epiche gare ciclistiche di un tempo. Medvedev a Crero, passando nel vecchio e suggestivo borgo, bisticciava col cronometro ed il suo vantaggio era già salito a due minuti. Un'enormità su questo percorso, 41,3 chilometri, piacevoli, ondulati e con leggeri strappi che si alternavano a discese tecniche che non hanno certo aiutato gli inseguitori a rientrare sul fuggitivo. Dietro, Marzio Deho, Mirko Celestino, Mike Felderer, Walter Costa e per un tratto anche Daniele Mensi, hanno tentato di raggiungere Medvedev, ma la collaborazione non era esagerata e così il leader della corsa ha trovato la strada spianata verso il successo. C'è stato anche un momento di empasse. Qualcuno ha levato alcune frecce dal percorso (all'appello ne mancano diverse) poco sopra Costermano. Ignoti hanno pensato bene di giocare questo brutto scherzo e alcuni concorrenti, solo pochi prima che l'organizzazione intervenisse, si sono trovati i primi contromano, soprattutto uno 'smarrito' Medvedev. Non deve esser stato facile condurre una gara senza mai nessun riferimento sugli inseguitori, ma ha tenuto duro senza mai lesinare sul suo ritmo indiavolato. La pioggia ha insaponato i tratti nel prato e quelli in acciottolato, ed ha richiesto una guida attenta e non aggressiva. A metà gara Felderer, Costa, Deho e Celestino, sempre in coda a sfruttare... la scia, ma soprattutto la loro maggior conoscenza del percorso (l'ex 'pro' non ha potuto provarlo a fondo) erano ancora staccati di due minuti, incapaci di limare il gap. Insomma una gara senza storia, che si è conclusa sul lungolago di Garda, affollatissimo di curiosi e di appassionati, oltre ad accompagnatori e familiari dei tantissimi partecipanti. Velocissimo come era partito, è transitato sul traguardo Alexey Medvedev col tempo di 1h39' alla rispettabile media di 24,24 km/h. Nel finale Deho ha limitato i danni avvicinandosi al russo, ma mai al punto di impensierirlo. Giunto con gli altri inseguitori nelle vicinanze del traguardo si è infilato per primo sulla sabbia della spiaggia di Garda, con Celestino, sornione, alla sua ruota. Quando sono 'saltati' sull'asfalto è iniziato un lungo sprint, dove Mirko Celestino sfoderava tutta la sua abilità di ex stradista e per un secondo beffava Deho. Così il podio era definito con Medvedev primo, Celestino secondo a 53' ed a 54' Deho. Poi transitavano Costa, Felderer, Caro Silva, Hofer, primo dell'affollato squadrone Scott. La gara delle donne era decisamente più vivace. La più lesta ad allungare era subito la campionessa italiana Elena Gaddoni che prendeva il largo, imitata poi da Sandra Klomp, le seguivano un gruppo di tre ragazze tra cui anche Paola Pezzo. Col passare dei chilometri la campionessa olimpica recuperava terreno raggiungendo prima la Klomp e poi, sull'ultima salita, quella che porta davanti a casa sua, anche la Gaddoni. Il tempo di studiare il ritmo della capofila e nell'ultima discesa Paola Pezzo sfoggiava tutta la sua esperienza, nel finale allungava salutata dai tantissimi estimatori e andava a vincere col tempo di 2h01', con l'unico rammarico di non aver concluso entro le due ore. Tagliato il traguardo veniva colta da dolorosi crampi, ma ormai la 'sua' gara l'aveva vinta. Elena Gaddoni, che sta recuperando la forma dopo un problema fisico, è arrivata staccata di 46', comunque soddisfatta. Terza l'inossidabile Klomp davanti a Michela Benzoni e Alessia Grezzo. Va così in archivio una bagnata ottava edizione della GF Paola Pezzo- Città di Garda. Sul percorso l'organizzazione del Velo Club Garda aveva dislocato 110 volontari della protezione civile, 70 operatori della Croce Bianca di Torri del Benaco ed una 'truppa' di vigili urbani di Garda, Torri e Costermano, ma anche Carabinieri e altre forze di Polizia, oltre a 20 uomini dello staff organizzatore. Comunicato stampaInfo su www.gardatur.it e su www.paolapezzo.com

In coppa Xc detta legge Absalon

Si può dire che la vera stagione di Julien Absalon è cominciata da Offenburg, il campione Olimpico ha vinto per la terza volta consecutiva sul tracciato tedesco, precedendo di più di un minuto Wolfram Kurschat e di 1' 32 il francese Jean-Christophe Peraud.Sempre sul podio nelle tre gare disputate, Absalon ha vinto ad Offenburg la seconda prova di Coppa del Mondo, disputata con oltre 20.000 spettatori a seguirla, posizionati nei punti più tecnici e spettacolari del circuito di Offenburg, dove la mountain bike è capace di richiamare il grande pubblico, così come succederà ad Houffalize la prossima domenica.Ha aspettato un giro Absalon prima di andare davanti a tutti, al comando nella prima tornata Josè Hermida già sognava una gara come quella del Sudafrica, ma quando il francese si è portato al comando non è stato un'episodio, dal terzo giro è andato in fuga con Christoph Sauser ad inseguire, ma staccato di 45 secondi, poi costretto al ritiro per lasciare la posizione al suo compagno di squadra, Burry Stander.Il vantaggio di Absalon saliva ancora nei due giri che mancavano, mentre alle sue spalle si faceva largo il tedesco Wolfram Kurschat (Topeak Ergon), che dopo una partenza lampo era retrocesso di diverse posizioni, recuperate tutte con un finale travolgente che lo ha visto distanziare la medaglia d'argento di Pechino, Jean-Christophe Peraud (Massì), quarto e migliore degli Under 23 il sudafricano Burry Stander (Specialized Factory Racing), poi i due svizzeri Raph Naef (Multivan Merida Biking Team), partito dalla settima fila e Lukas Fluckiger (Trek Worl Racing).Settimo Roel Paulissen (Cannondale Factory Racing), seguito dal compagno di squadra Marco Aurelio Fontana, partito in posizione sfavorevole, ma già con i primi nel giro di lancio, nono il canadese Geoff Kabush che anticipava allo sprint Nino Schurter.Per i colori azzurri, 35° posto di Umberto Corti (Team CBE Merida), molto avanti nei primi due giri e poi calato alla distanza, 40° Cristian Cominelli (TX-Active Bianchi), 59° Giuseppe Lamastra (Hard Rock FRW), 61° Johnny Cattaneo (Full Dynamix), 74° Yader Zoli (Torpado 4Us), 95° Tony Longo (Full Dynamix), 107° Mirko Pirazzoli (ISD Pro Cycling), 139° Nicolas Jeantet (Team CBE Merida), 169° Hubert Pollinger (Sunshine Racers Nals) Ordine d'arrivo1. Absalon Julien (FRA) in 1 ora 49' 26, 2. Kurschat Wolfram (GER) a 1' 09, 3. Peraud Jean-Christophe (ESP) a 1' 24, 4. Stander Burry (RSA) a 1' 32, 5. Naef Ralph (SUI) a 1' 54, 6. Fluckiger Lukas (SUI) a 2' 13, 7. Paulissen Roel (BEL) a 2' 19, 8. Fontana Marco Aurelio (ITA) a 2' 34, 9. Kabush Geoff (CAN) a 2' 57, 10. Schurter Nino (SUI) a 2' 57

Foto XC Farra




domenica 26 aprile 2009

XC Farra by Martellozzo

2a prova VENETO-CUP a Farra di Soligo
La mattinata si apre con un cielo grigio ma non minaccioso, lungo le colline del Prosecco che ci conducono verso Col S.Martino per raggiungere Farra, un cartello sulla mia sx indica Miane, subito un pensiero alla Prosecchissima di alcune settimane fà,dove ho assistito come un regista a questo bellissimo evento, ora mi aspetta la “mia” disciplina, quella Olympica del xc, curioso di vedere almeno un tratto del percorso, considerato uno tra i più”cattivi” disegnato da quell’esperto quanto bravo Michele Feltre, non c’è anima viva e da buon mattiniero mi incammino verso un tratto collinare, se fossi un pittore disegnerei quei vigneti, sembravano linee parallele in mezzo al verde, ma non mi inoltro per il manto ancora umido, finalmente il municipio e un palco seppure ristretto ad indicare il punto d’arrivo, uno del personale della società di Col S.Martino comincia a trascinare le transenne, apre il primo bar e l’odore del caffè ci fa fare un’inversione o meglio l’attraversamento della sede stradale. Farra comincia ad animarsi ecco i primi volontari, alcune macchine con le bici sul tetto quasi in segno di sfida cominciano ad arrivare, ecco pure la segreteria con i giudici di giornata, subito uno sguardo alla lista partenti, circa 400 un bel numero non c’è che dire per un xc.
Si parla di numeri e di favoriti, il duello Casagrande-Paccagnella- Dalto tra i primi, con i giovani Pettinà- Valerio-Metti, ma l’attenzione verso la cinquantina oltre dei M3 con i soliti Alverà-Zoppas- Pendini- Canale ma c’è un certo Zaglio del team Todesco da considerarSi tra i più forti del settore, sarà una bella sfida, poi i soliti Tasca-Zampese (ci avrei scommesso di tasca mia) ora veramente la piccola sala comunale si sta affollando, qualcuno dimenticava che la partenza era posticipata alle 10,30 anche per dare la possibilità al simpaticissimo parroco di anticipare le funzioni religiose, visto che la chiesa veniva transennata.
Cerco quasi di nascondermi, una visita al team di Crivellari e Pendini e poi a prepararmi per cartellone degli iscritti per quello che potrebbe essere diventato un secondo lavoro, così dicono, smentisco confermando che la mia è solo una grande passione per questa disciplina che porto avanti da anni(sembrano secoli). Manca poco alle 10 e già un fermento generale altre iscrizioni per chiudere abbondantemente sopra i 400, arriva il neo pres.regionale:Bruno Capuzzo con le fiammanti maglie rosse, alcune battute ed ecco comincio con invitare gli atleti ad allinearsi per l’appello, un bel colpo d’occhio sembrano molti di più il centro è completamente invaso.
Dopo le operazioni prima del via puntuale alle 10,30, ricordo i giri: 4 solo per gli Open con elite e under, davanti pure gli junior con un giro in meno come tutte le rimanenti categorie con eccezione della Femminile ed Allievi masch. con 2, un solo giro per gli Esordienti.
E’ il primo cittadino a dare il primo via, spariti subito dopo pochi metri per imboccare un tratti di asfalto in leggera ascesa, passano circa 15 minuti prima di concludere la sequenza di griglie, per ultimi gli esordienti dopo gli allievi, orfani del titolo Veneto vista la concomitanza con la prova di coppa Italia, (verranno assegnati il 5 Luglio a Torrebelvicino).
Ecco la staffetta da trial dopo circa 30 minuti, ecco l’azione solitaria del giovane Elite:Casagrande dell’Adv, già 40 i secondi di vantaggio sul duo: Dalto(Olympia) e lo junior:Pettinà compagno di scuderia del battistrada. Passa pure il primo under:Fabbri sempre del team del ds.Ferrigato, alle sue spalle già spunta la maglia azzurra del team di Simonato: Zampese per gli sport nettamente al comando di categoria, ancora incerta la testa della M1 dove Rampin(Pedali di Marca) e Terrin(Playlifesport) sembrano marcarsi stretti, idem per gli M2 dove Tasca(bike Pro) viene “tallonato” dal G.Fondista della Scavezzon: Zanandrea, quasi da sconosciuto di lusso ecco subito alle spalle il portacolori Veronese del team Todesco:Zaglio già vuoto alle sue spalle, anche Ambrosi (Rampiclub) sembra volare tra gli M4, ecco pure il beniamino di casa tra gli M5: Feltre è al comando e pensare che fino a 5minuti prima del via circolava con il suo Ciao a controllare i punti salienti del percorso. Anche la femminile sembra senza storia Covre(Vivibike) transita abbastanza in scioltezza per l’ultimo dei 2 giri previsti, ecco il primo allievo anche per Nardei(Galvalux) è l’ultimo giro. Ecco il primo arrivo lo segnala il numero alto e la folta chioma: Scaggiante del Dopla trionfa , bisogna attendere diversi minuti per la femminile, la spunta la Semenzato della libertas Scorzè per le Allieve è la volta della Michieletto della Libertas sulla Rosati dell’Agordina più staccata.
Ecco il passaggio per la testa della corsa, aumenta il vantaggio della “Lepre” dietro appaiati:Dalto e Pettinà consapevole di far suo il titolo.
La cronaca prosegue come il primo passaggio, nessuna nota se non l’arrivo per la Femminile della Covre e dell’allievo: Nardei del gruppo Galvalux.
Eccoci all’epilogo dopo il terzo e ultimo passaggio per gli Elite è Under, il primo titolo Veneto và allo junior:Pettinà arrivo per tutte le rimanenti categorie. Corsa il solitaria per Zampese tra i sport, Zaglio per gli M3, Ambrosi per gli M4 e Feltre per gli M5, all’ultimo colpo di pedale gli arrivi di: Terrin su Rampin per gli M1 e Tasca su Zanandrea per gli M2.
Dopo un’ora 34min e 47” ecco uno sprint da libro cuore con papà e figlio a tagliare il traguardo quasi come una sfida Michele Casagrande fa sua corsa e titolo.
Nell’attesa la vestizione delle maglie con la presenza dell’assessore paolo Brugnera e deI Presidenti del Col S.Martino e del comitato Regionale.
Che dire la macchina organizzativa ha funzionato bene, il percorso confermato tosto e selettivo, d’accordo…volete che lo dica..in effetti la premiazione….. un po’ lunga l’attesa, ma posso, meglio cerco di giustificare: i prodotto da freezer sono stati inseriti nei pacchi all’ultimo momento, buone comunque le fragole un grazie alla pro-loco di Farra, con l’appuntamento e l’arrivederci alla prossima edizione.
Per la Veneto Cup appuntamento il 1°maggio a Collalto con il 17°giro della Torre.

Martellozzo Luciano

ECCO I CAMPIONI VENETI XC 2009:
Elite:Michele Casagrande(Adv-Corratec)
Under:Matteo Fabbri( Adv-Corratec)
Junior:Nicholas Pettinà(Adv-Corratec)
Msport:Fabio Zampese(Bike Pro)
M1:Nicola Terrin (Playlifesport)
M2:Antonio Tasca(Bike Pro)
M3:Manfredi Zaglio (TeamTodesco)
M4:Roberto Ambrosi (mtb Rampiclub)
M5: Michele Feltre(cicli Spezzotto)
M6:Giuseppe Tormena(Conegliano team)
Femm.: Elite: Ilenia Lazzaro(Adv).
Sport woman fascia A: Marika Covre(Vivibike)
“ “ fascia B:Federica Piccoli(Team Todesco)

XC Veneto a Farra di Soligo: sono secondo

Merita un veloce flash la gara di Farra di Soligo di questa mattina dove ho colto la seconda posizione assoluta!
Gara stupenda , puro cross country ultra impegnativo ideale per assegnare le maglie rosse di campioni veneti nelle varie categorie.Partenza subito a razzo di Michele Casagrande che ha subito fatto il vuoto e per noi non c'è più stato nulla da fare. Oggi devo ammettere che come a Miane ho fatto particolarmente fatica nella prima parte di gara , ad ogni strappetto avevo dolori alle gambe e non sono proprio riuscito ad andare come avrei pensato. Sono rimasto tutta la gara col talento emergente Nicolas Pettinà che è della categoria junior e che non riuscivo a staccare...negli srappetti mi teneva bene e poi dove bisognare rilanciare ad esempio sopra una salita gli guadagnavo sette otto secondi che poi prontamente mi riguadagnava sul successivo strappetto, un giovane che farà parlare di se già da quest anno, tra l'altro domenica sarà impegnato in Coppa del Mondo e sarà interessante seguire i risultati!
Dei concorrenti dietro non abbiamo avuto problemi così Nicolas si è fermato al terzo giro concludendo vittorioso nella sua categoria ed io ho continuato andando a terminare il quarto giro e la gara in seconda posizione assoluta:abbastanza soddisfatto!! Ci vediamo a Collalto..Se riesco più tardi troverete pubblicate classifiche complete e commento tecnico da parte di Luciano Martellozzo Ciao a tutti

sabato 25 aprile 2009

Coppa del mondo Offenburg:complimenti a Kerschbaumer e Braidot!


Hanno scaldato la vigilia della seconda prova di Coppa del Mondo, Gerhard Kerschbaumer e Luca Braidot, primo e secondo di una combattuta gara Junior, la tedesca Mona Eiberweiser ha vinto la categoria femminile. In attesa del grande pubblico di domani, le prime gare del week-end di Offenburg, disputate con un bel sole e terreno completamente asciutto, hanno già offerto emozioni, sopratutto per i colori azzurri che hanno occupato i primi due posti del podio della gara Junior, una vittoria meritata per entrambi, ma passata nell'ultima metà dell'ultimo giro dalle mani di Braidot a quelle del Campione Italiano della categoria.Dopo un giro di studio, Kerschbaumer ha preso il comando insieme al tedesco Julian Schelb, a pochi metri Luca Braidot, seguito dal ceco Jan Nesvabda e dal tedesco Marcus Schuktze-Leunzum. Questi cinque si sono poi riuniti nel terzo dei cinque giri, iniziato con al comando Braidot che lo ha tenuto con sicurezza anche nel quarto, mentre dal gruppo di testa usciva Schelb, allungava Braidot nel giro finale, mentre Kerschbaumer si sbarazzava di Schultze-Leunzum.Sembrava fatta per il friulano, ma all'inizio di un drop, poco prima della zona tecnica, perdeva l'attacco di un pedale e rovinava a terra, si rifaceva sotto Kerschbaumer che andava a vincere la gara, ad attenderlo al traguardo il CT azzurro Hubert Pallhuber che raddoppiava gli applausi all'arrivo di Braidot, che comunque con margine conquistava la seconda posizione, nei dieci anche Bryan Falaschi, nono.Monologo della tedesca Mona Eiberweiser nella gara femminile, vinta con oltre 1' sulla svizzera Michelle Hediger, terza un'altra elvetica Vania Scumacher, milgiore delle azzurre Marta Pastore, classificata al 23° posto.Testo : Giovanni PeregoFotografie : Photo "13 - 17"Ordine d'arrivo Men Juniors1. Kerschbaumer Gerhard (ITA) in 1 25' 47, 2. Braidot Luca (ITA) a 00' 23, 3. Schultze-Leumann Marcus (GER) a 00' 48, 4. Gluth Martin (GER) a 1' 31, 5. Van Der Heijden Michiel (NED) a 1' 34, 6. Indergrand Reto (SUI) a 1' 41, 7. Nesvadba Jan (CZE) a 2' 07', 8. Schelb Julian (GER) a 2' 15, 9. Falaschi Bryan (ITA) a 2' 30, 10. Rodrigues David (POR) a 3' 30, 19. Braidot Daniele (ITA) a 4' 39, 20. Giacobazzi Roberto (ITA) a 4' 45, 29. Righettini Andrea (ITA) a 6' 09, 42. Lupato Denny (ITA) a 8' 35

mercoledì 22 aprile 2009

Domenica 26 Aprile ritorna la Veneto Cup con Farra di Soligo

Veneto Cup: Dopo Eraclea con il mare eccoci tornare nella terra del Prosecco con Farra di Soligo per il 3°XC tra le Torri e l'organizzazione dell' A.C.Col S.Martino, la prova sarà valida come unica per il titolo Regionale per Amatori e agonisti, non sarà prevista per le giovanili, vista la prova di coppa Italia in quel di Montichiari (BS) nella stessa giornata. Assicurata la presenza per la vestizione delle nuove maglie Rosse del neo presidente Regionale Capuzzo. La terza edizione valida per i trofei Edilsoligo e Banca Prealpi, si svolgerà in occasione della tradizionale festa della fragola e dell'asparago, gestita dalla proloco che nell'occasione offrirà a tutti i partecipanti una consumazione per i prodotti locali. La partenza sarà posticipata alle 10,30, sul circuito di 8 km e ripetuto più volte a seconda della categoria, definito il più tosto circuito di xc della Regione disegnato dall'esperienza del sempre-verde Michele Feltre. Al via i migliori team veneti confermata la partecipazione in massa degli atleti dell'ADV-Corratec con le giovani promesse Pettinà-Valerio tra gli junior, Casagrande e Paccagnella tra gli under e Elite, poi la cicli Olympia con il leader della Veneto-cup Dalto, Andreis e Alverà, il corpo Forestale con Fontana e Visinelli e tante le sorprese dell'ultima ora, senza dimenticare i migliori amatori che non risparmieranno sorprese e conferme, una giornata intensa che regalerà forti emozioni, rimane solo la speranza nella tenuta del meteo.Vi aspettiamo numerosiMartellozzo Luciano

La Valleogra mtb race va in scena col percorso marathon

Il comitato organizzatore della quarta edizione della Valleogra Mtb Race, gara nazionale di mountain bike, è rimasto dubbioso fino all'ultimo circa la possibilità di proporre o meno il percorso Marathon. Le copiose nevicate della stagione invernale hanno lasciato il segno anche sulle Prealpi Venete e, solo in questi ultimi giorni, la neve si è sciolta lasciando libero gran parte del percorso della Valleogra che sale fino a 1.600 metri sul Monte Novegno. Solo un breve tratto non sarà possibile percorrere perché la neve, ghiacciata, non si è sciolta completamente.Nessun problema perché il Team Ecor Mtb Schio ha già previsto una piccola deviazione che non creerà alcun problema. Entrambi i percorsi, dopo le piogge di questi giorni, saranno completamente ripuliti e risistemati togliendo radici, sterpi e piante cadute. Percorsi dunque, perfetti, da percorrere in totale sicurezza e divertimento, grazie anche al dispiegamento di forze dei volontari. Il percorso Classic è completamente segnalato per chi volesse, questo fine settimana, farsi una bella pedalata.Gli iscritti stanno viaggiando verso il migliaio e si confida di arrivare oltre i 1.500. Si rammenta che fino al 30 aprile ci si può iscrivere ancora a 20,00 euro, iscrizioni aperte anche nella giornata di sabato ma solo presso la segreteria, domenica, il giorno della gara, non si accettano iscrizioni.Confermata anche la partecipazione dell'ex stradista finlandese Pia Sundstedt, ora biker d'estate e fondista sulla neve d'inverno. Ricordiamo che Pia ha vinto la Coppa del Mondo Marathon nel 2006.Percorso Granfondo di 41 km e 1.215 mt dislivelloPercorso Marathon di 60 km e 2.125 mt dislivello comunicato stampa

lunedì 20 aprile 2009

Alla Vignalonga buon ottavo posto di Agostino Andreis

Adro (BS): La quarta edizione della Vignalonga, tappa d' apertura del Challenge Sebino - Franciacorta è stata dominata dagli elite colombiani del team TX Active Bianchi, formazione che è riuscita a piazzare ben tre bikers tra i primi quattro assoluti. Questa mattina con il cielo grigio scuro che minacciava continuamente pioggia, il colombiano Leonardo Paez, ha dettato legge dal primo all' ultimo chilometro, dimostrando una netta superiorità su tutti gli avversari. Ha così centrato la sua seconda vittoria dopo quella della Lessinia Legend. Alle sue spalle il connazionale Julio Caro arrivato dopo 3' 38'' e terzo il comasco dell' Ideal Bikes Simone Diviggiano a 4' 13''. Quarto in una corsa tutta in rimonta l' under 23 Cristian Cominelli che negli ultimi chilometri è riuscito a sorpassare Franz Hofer. La corsa organizzata dal Gruppi Iseo Guide Mtb e Mtb Iseo Racing, diretti da Alberto Glisoni, è stata l' edizione che ha fatto registrare il più alto numero di partecipanti (500 dei 570 iscritti) della sua pur breve storia, e quella con il più alto livello tecnico. Infatti ai nastri di partenza si sono schierati i colombiani della Bianchi affiancati da Cominelli, c' era la Olympia con Andreis, la Scott con Hofer, Baretto e De Gasperi, quindi l' ADV Corratec con Casagrande e gli juniores Pettinà e Valerio. Non mancavano i migliori amatori quali il campione del Mondo M2 Riccardo Milesi, Carlo Manfredi Zaglio, il tricolore Massimo Berlusconi e tanti altri. Una ventina le ragazze iscritte. Sede logistica dell' evento il centro Sportivo Polifunzionale di Adro (ricordiamo che le prime due edizione della manifestazione partivano da Cortefranca), timing curato da Tagracer, partenza fissata per le ore 9:30 e due i percorsi. Il lungo di 47 chilometri e il corto di 35 chilometri.Il lungo misurava 47 chilometri, con 1.300 metri di dislivello, disegnato tra i vigneti della Franciacorta, carattetizzato da due GPM, il primo affrontato nei primi chilometri della corsa, era quello del Monte Alto, scollinamento alla Croce, discesa veloce e tecnica in una pietraia sulla collina di Clusane d'Iseo, quindi falsipiani veloci fra i vigneti passando tra gli altri anche nei pressi delle cantine Berlucchi, Barone Pizzini e Agricola Boschi. A Provaglio d'Iseo la seconda e ultima salita della giornata, ma che salita, il Muro del pianto, una mulattiera in ciotoli con una pendenza del 28% ma solo per 200 metri di lunghezza poi pedalabile su fino alla chiesetta della Madonna del Corno, brevissima discesa ed ultima asperita a mezza costa sulla collina di Iseo in single track fino al Marus dove c'era il 2° GPM. Discesa veloce e sempre tra i vigneti ad alta velocità si rientrava verso a Adro affrontando però prima dell' arrivo, la salita della Ferghettina (60 metri ). Il tutto considerando che sia questa notte che durante tutta la settimana ha piovuto. I corridori sono scattati alle 9:30, con il cielo che minacciava pioggia. Andava subito in fuga il fuoriclasse colombiano Paez che sulla salita del Monte Alto, faceva la differenza e al termine della discesa aveva già accumulato un vantaggio di 1' 20'' ed erano stati percorsi meno di 10 chilometri. Alle sue spalle un quartetto composto da Caro, Hofer, Diviggiano e Casagrande, sesto da solo era il primo amatore, il bresciano Botticini quindi passava un gruppetto di sei sette atleti comprendente lo juniores della ADV Pettinà, Baretto (Scott), Milesi e Zocca del Lissone Mtb, Zaglio (Todesco) e Cominelli (Bianchi). Ai piedi della Madonna del Corno, a metà gara Paez aumentava in vantaggio portandolo a due minuti, sul quartetto di inseguitori formato da Hofer, Diviggiano, Casagrande e Caro, quindi a un primo transitavano in sette con al comando Cominelli che alla sua ruota aveva Baretto, Zocca, Milesi, Zaglio, Pettinà e Bongioni. Appena iniziava la salita il forcing di Caro, frazionava il quartetto degli inseguitori, con Hofer che si staccava in salita mentre Casagrande perdeva contatto in pianuta dopo che era terminata la seconda ascesa delle giornata.Presso le Cantine Berlucchi a mezz' ora dal traguardo, passavano per primi i bikers che avevano optato per il corto. Al comando due maglie dell' ADV Corratec, primo con un grandissimo vantaggio era Nicholas Pettinà, seguito dal compagno Domenico Valerio che andranno a concludere la corsa vittoriosamente nell' ordine e dopo 1 ora 43' 31''. Bisognava attendere parecchi minuti per sentire la moto apripista del lungo, nessuna sorpresa c'era sempre Paez davanti da solo, a due minuti e mezzo inseguiva il connazionale Caro, con alle spalle a soli dieci secondi il comasco Diviggiano, quarto Hofer a 4' minuti, tallonato a brevissima distanza da Cominelli. Noi che seguivamo la corsa ci siamo spostati subito verso il traguardo ma abbiamo notato l' assenza di Casagrande che deve aver avuto qualche problema (chiuderà in 14ª posizione). Abbiamo poi scoperto che aveva rotto la sella.Le prime tre posizioni restavano invariate fino al traguardo, tagliato vittoriosamente da Paez dopo 2 ore 1' 20'', secondo era il compagno di squadra Julio Caro e terzo Simone Diviggiano. Negli ultimi chilometri Cominelli agganciava e sorpassava Hofer concludendo al quarto posto e completando un grande successo di squadra, infatti il team TX Active Bianchi ha piazzato tre atleti nelle prime quattro posizioni. Sesto assoluto e primo degli amatori il bresciano del team Todesco Carlo Manfredi Zaglio. Per quanto riguarda invece le corse delle ragazze, nel lungo si è imposta Karin Tosato del team Torpado 4US che ha regolato Mazzuccotelli e Seneci mentre nel corto affermazione del Club Lombardia con Sarah Palfrader, seconda la bresciana Nadia Tosi e terza Daniela Bresciani della Colnago. Nel caso in cui anche l' anno prossimo verrà previsto il percorso corto sarà opportuno migliorarne la gestione.Aldo BertoniOrdine d' arrivo maschile : 1. Leonardo Paez (TX Active Bianchi) in 2 ore 1' 20''; 2. Julio Caro (TX Active Bianchi) a 3' 38''; 3. Simone Diviggiano (Ideal Bikes International) a 4' 13'';4. Cristian Cominelli (TX Active Bianchi) a 6' 02''; 5. Franz Hofer (Scott) a 7' 22''; 6. Carlo Manfredi Zaglio (Todesco) a 9' 32''; 7. Alessio Bongioni (Zaina Club) a 10' 55''; 8. Agostino Andreis (Olympia) a 11' 18''; 9. Marco Gilberti (Racing Rosola) a 11' 43''; 10. Diego Di Stasio (Superbici) a 11' 54'' 11. Riccardo Milesi (Lissone Mtb) a 12' 34''12. Luca Botticini (Infotre Lee Cougan) a 13' 06''13. Enrico Visinoni (Cicli Bonadei) a 14' 09''14. Michele Casagrande (ADV Corratec) a 14' 37''15. Igor Baretto (Scott) a 15' 21''Ordine d' arrivo lungo femminile 1. Karin Tosato (Torpado 4US) in 2:43:522. Simona Mazzuccotelli (Supermercati Massì) a 3' 49''3. Roberta Seneci (Rosola) a 13' 28''4. Valentina Salvagni (Alpin Bike Sondrio)Ordine d' arrivo percorso corto maschile 1. Nichalas Pettinà (ADV Corratec) in 1:41:312. Domenico Valerio (ADV Corratec) a 6' 04''3. Paolo Alverà (Olympia) a 6' 05''4. Michael Cornaro (Maffioletti) a 7' 42''5. Enzo Gnani (Boario) a 8' 39''6. Natale Bettineschi (Paduano Martina Racing) a 9' 18''7. Filippo Giuliani (Maffioletti) a 9' 27''8. Emanuel Simincini (Macosta team FM Bike) a 11' 13''9. Giuseppe Arena (Alba Orobia Bike) a 11' 31''10. Andrea Tosi (Paduano Martina Racing) a 12' 15''Ordine d' arrivo percorso corto femminile1. Sarah Palfrader (Club Lombardia) in 2:16:362. Nadia Tosi (Sintesi Corse) a 1' 28''3. Daniela Bresciani (Colnago CAP Arreghini) a 8' 21''4. Nicolatta Bresciani (Colnago CAP Arreghini) a 14' 20''5. Monica Maltese (Alba Orobia Bike) a 16' 23''Per ulteriori informazioni visitate il sito www.vignalonga.it
versione stampabile

domenica 19 aprile 2009

Oggi niente gare, salita micidiale, peccato per la neve!




Ciao, oggi niente gare, volevo recuperare un po' mentalmente e fisicamente in prospettiva dei prossimi impegni agonistici. Era da un po' di tempo che avevo in mente una bella salita che volevo assolutamente provare:il monte Grappa dal versante di Alano di Piave. Purtroppo dopo aver scalato il Tomba ed essere arrivato a malga Archeson sono dovuto ritornare indietro mper la troppa neve che ho trovato sulla strada..ci riproverò troppo bello!!
(sulla foto qui msopra malga Archeson, sulla prima foto una veduta da malga Archeson nelle giornate di sole).

Il Monte Tomba è una montagna delle prealpi bellunesi alta 868 m. La sua dorsale divide la provincia di Treviso dalla provincia di Belluno che sono messe in comunicazione attraverso la carrozzabile che passa per la cima. Rappresenta un contrafforte orientale del monte Grappa.
Durante la prima guerra mondiale (I battaglia del Piave) di qui passava il fronte del Grappa dopo la rotta di Caporetto e fu uno dei punti in cui la pressione nemica si fece più sentire. Gli Imperi Centrali si rivolgevano in particolare contro il triangolo ai cui vertici stavano le cime del Tomba, del Monfenèra e del Cornella. La zona del Tomba fu sottoposta, inoltre, ad una violenta azione di artiglieria (18 novembre 1917), seguita da attacchi e contrattacchi accaniti che contesero il terreno metro per metro finché, in dicembre, gli Austro-Ungarici retrocedettero. Quando, nel giugno 1918, essi ripresero l'offensiva (II battaglia del Piave), il monte Tomba fu ancora uno dei baluardi più contesi finché, il 30 giugno di quell'anno, passò definitivamente in mano italiana.
Malga ArchesonLocalità: Comune di Possagno
località ArchesonQuota: m 1453 slm
Ristoro: La malga offre possibilità di ristoro agrituristicoProdotti: Morlacco - Bastardo - Ricotta


sabato 18 aprile 2009

Arrivano le prime iscrizioni della GF Tre Valli

Sebbene manchino ancora diversi mesi, per l'esattezza quasi 5, iniziano ad rrivare le prime iscrizioni alla XII edizione della Granfondo Tre Valli in programma il 5 e 6 settembre 2009 a Tregnago, in provincia di Verona.Per la buona riuscita della manifestazione e visto il grande interesse dimostrato fino ad ora dai numerosi appassionati, non si esclude che nei prossimi mesi il comitato organizzatore possa decidere di chiudere anzitempo le adesioni.Per iscrizioni: http://www.granfondotrevalli.it/iscrizioni.htmlcomunicato stampa

martedì 14 aprile 2009

Risultati 2009

15 Febbraio Atlixco Chalchihuapan MEX 2° classificato
01 Marzo Trofeo Comune di Concesio (BS) 1° classificato
08 Marzo 1°Brescia Cup Monticelli Brusati 5° classificato 2° elite
15 Marzo GF Castello di Monteriggioni 8° classificato 2° elite
29 Marzo 2° Trofeo città di Meduna 1° classificato
05 Aprile 13° Laguna Bike 1° classificato
13 Aprile GF Prosecchissima 11° classificato
26 Aprile XC Tra le Torri 2° classificato 2° elite
01 Maggio XC Giro della Torre 2° classificato 2°elite
03 Maggio GF MX Valleogra 15°classificato 15°elite
10 Maggio GF MX Conca D'oro Bike 19°classificato
17 aggio XC Top Class Torre di Mosto 2°classificato
24 Maggio XCP Valcavallina Superbike 13°classificato
31 Maggio XCP Atestina Superbike 9° classificato
02 Giugno XC Top Class Mionetto Trophy 3°classificato
14 Giugno XC 1° Cross Country del Piave 1° classificato
21 Giugno GF Dei Cimbri 13°classificato
28 Giugno GF MH Gunn Rita Marathon 25°classificato
05 Luglio XC Veneto Cup Torrebelvicino 5°classificato
19 Luglio XC campionato Italiano XC Brescia RITIRATO
26 Luglio GF Lessinia Bike 6°classificato
02 Agosto GF a coppie Pedalonga 7°classificato
07 Agosto XC La Fontanissima RITIRATO
23 Agosto GF Prealpi Marathon 7° classificato
30 Agosto GF Folgaria Megabike 16° classificato
06 Settembre GF Civetta Superbike 4°classificato
13 Settembre XC Maser 1°prova Trofeo D'autunno 3°classificato
20 Settembre GF Marathon del grappa 4°classificato
20 Settembre CLASSIFICA FINALE SERENISSIMA COPPAVENETO ZEROWIND 1° classificato
27 Settembre XC Noventa di Piave fin.V.Cup, 3°prova trof.Autunno 3°classificato
27 Settembre CLASSIFICA FINALE VENETO CUP 1° classificato
04 Ottobre GF Adria 4°classificato
11 Ottobre XC Tra Malgher e Livenza 1°classificato
18 Ottobre XC S.Anna di Chioggia 1°classificato
25 Ottobre XC Ottava Presa di Caorle 4°classificato
8 Novembre XC Caonada di Montebelluna 3°classificato
15 Novembre XC Rottanova di Cavarzere 2°classificato
22 Novembre XC Santa Maria di Sala 5°classificato
22Novembre CLASSIFICA FINALE TROFEO D'AUTUNNO

Nicola Dalto 11°alla Prosecchissima, Deho secondo

Dopo il secondo posto del 2008, il bergamasco Marzio Deho bissa il risultato anche nel 2009 nella Prosecchissima, corsa nel giorno di Pasquetta. Solo nel finale, infatti, ha dovuto cedere alle accelerate di Johnny Cattaneo, vincitore sul traguardo di Miane (TV) dopo 1h42m di gara, col quale aveva condotto gran parte della corsa. Quasi un migliaio i corridori al via, a darsi battaglia su 42,5 km di percorso tra i vigneti, con duri strappi e brevi salite che però hanno fatto ammontare il dislivello finale a 1400 metri. Buona prova anche per il corridore “di casa” Nicola Dalto, già vincitore della Prosecchissima nel 2005, che chiude all’undicesimo posto assoluto. Nel XC di Verona, invece, Agostino Andreis coglie un’importante quarta piazza assoluta, nella gara vinta da Martino Fruet. Nella categoria Junior si registra l’ennesimo successo di Lorenzo Pellegrini, che regala un’altra vittoria al team diretto da Marino Pizzo.Spostandoci a Viadanica, invece, la seconda tappa dell’Orobie Cup ha visto un altro podio per il G.S. Cicli Olympia, grazie a Josef Mostosi che conquista la terza posizione tra i Master2.Nel weekend del 19 Aprile il Team sarà al via della Ötzi-Alpin Marathon a Naturno (Bz), con Marzio Deho, staffetta che prevede una frazione in mountain bike, una di corsa a piedi, ed una di sci alpinismo, e della Vignalonga ad Adro (Bs).

Cicli Olympia s.n.c.Via G. Galilei, 12/A 35028 Piove di Sacco (Pd)Tel. +39 049 9703000Fax +39 049 9703782 e-mail: info@olympiacicli.ithttp://www.olympiacicli.it

Prosecchissima 2009

Posted by Picasa

lunedì 13 aprile 2009

Classifiche Prosecchissima :sono undicesimo..

Il mio obiettivo di questa mattina a Miane alla GF Prosecchissima era quello di riuscire ad entrare nei 10 della classifica assoluta; per la verità sono un po' rammaricato per aver sfiorato di pochi secondi il decimo posto, purtroppo sono partito decisamente male ed ho faticato parecchio nella prima salita che portava al GPM.Ho scollinato in quindicesima posizione, poco più indietro avevo De Bertolis che mi seguiva e davanti un gruppetto che comprendeva Visinelli, Creuso ,Botero e il nuovo delle ruote grasse ex prof alla Diquigiovanni Selle Italia Traficante che mi ha stupito veramente andando molto forte per tutta la gara e facendo una gran partenza sulla prima salita!Sono comunque riuscito a raggiungere il gruppetto che avevo davanti poco dopo metà gara e a mantenere l'11°posizione fino alla fine preceduto da Visinelli,per la cronaca ha vinto Cattaneo, secondo Deho mio ,compagno all'Olympia che è pure caduto!
Questa settimana mi sono allenato bene per far bene questa gara!Questi in dettaglio i miei allenamenti:
LUNEDI' bici strada ,salita di 11 km tot:2h40' 75km
MARTEDI' corsa a piedi 50'
MERCOLEDI' MTB sul percorso 2h40' 52km
GIOVEDI' MTB sul percorso 3h 60km
VENERDI' bici strada 50km 1h40'recupero
SABATO bici strada 63 km 2h10'
DOMENICA bici strada 1h 28 km
LUNEDI' GF Prosecchissima 1h50'+risc10km e defatic.10km


Classifiche gara:
1 Cattaneo Johnny Team Full-Dynamix 1.42.18
2 Deho Marzio G.S.Cicli Olympia 1.43.10
3 Medvedev Alexey Scapin Torrevilla Mtb Asd 1.45.07
4 Montoya Cantillo Paolo Cesar Giant Italia Team 1.45.12
5 Costa Walter Adv Corratec 1.47.07
6 Casagrande Michele Adv Corratec 1.48.19
7 Longo Tony Team Full-Dynamix 1.48.54
8 Caro Silva Julio Humberto Tx Active Bianchi 1.49.27
9 Diviggiano Simone Ideal Bikes International Team 1.50.03
10 Visinelli Rafael Gruppo Sportivo Forestale 1.50.19
11 Dalto Nicola G.S.Cicli Olympia 1.51.00
12 Creuso Flavio Asd Shock Blaze 1.51.18
13 Paccagnella Thomas Adv Corratec 1.51.21
14 Traficante Roberto Giant Italia Team 1.51.21
15 Fontana Alessandro Gruppo Sportivo Forestale 1.51.57
16 Botero Salazar Jhon Jairo Infotre-Lee Cougan A.S.D. 1.52.59
17 Trabucchi Moreno Ideal Bikes International Team 1.53.56
18 Dionisi Massimiliano Offlimit Sq.Corse Ass.Ciclis 1.54.34
19 Pettina' Nicholas Adv Corratec 1.54.52
20 Bondi Francesco Cube Cycling Performance 1.55.13

Ordine d'arrivo femminile:
1 Benzoni Michela De Scapin Torrevilla Mtb Asd 2.18.55
2 Giacomuzzi Elena De Caprivesi 2.20.01
3 Covre Marika Mw A.S.D. Vivibike Ideal 2.20.51
4 Squarcina Monica Mw Asd Estebike Zordan 2.23.31
5 Maniago Paola Mw Acido Lattico Team 2.26.59
6 Campanelli Chiara Mw A.S.D. Sportyland 2.27.09
7 Incristi Antonella Mw Ki.Co.Sys.Cussigh Bike Ermetic Serr 2.28.10
8 Milani Isabella Mw Bike Team 53.3 2.29.06
9 Seneci Roberta Mw Racing Rosola Bike A.S.D. 2.30.50
10 Colpo Ylenia Mw Bikes Benato Frw Rovolon 2.31.29

sabato 11 aprile 2009

Classifica 1°prova World Cup XC:Pietermaritzburg, vince Hermida

Con una grande gara Josè Hermida è tornato a vincere in Coppa del Mondo, primo a Pietermaritzburg nella prova di apertura della series 2009 davanti a Julien Absalon e al sudafricano Burry Stander.A digiuno da due anni, quando aveva vinto a Houffalize la prova inaugurale della World Cup 2008, Josè Hermida ha cominciato la stagione con una vittoria che si è delineata quando mancava un giro alla fine della calda gara sudafricana, in cui per quattro dei sei giri il portacolori della Multivan Merida ha fatto da battistrada insieme al campione olimpico Julien Absalon.I due hanno avuto sempre a pochi metri il Campione Nazionale del Sud Africa Under 23 Burry Stander, che quando Hermida ha deciso l'attacco, al pari di Absalon ha alzato bandiera bianca di fronte alla decisa stoccata che lo spagnolo ha inferto agli avversari, Absalon nell'ultimo giro ha perso altro terreno, terminado la gara con 32 secondi di ritardo da Hermida, Stander, terzo a 52 secondi, ha preceduto il suo compagno d'avventura nella Cape Epic, il Campione del Mondo Christoph Sauser che a sua volta si è messo dietro il tedesco Wolfram Kurschat, dominatore la scorsa settimana sullo stesso tracciato di una gara valevole per un serie nazionale sudafricana, nell'ultimo giro Kurschat ha strappato al quinta posizione a Nino Schurter.Migliore degli italiani in gara, Andrea Tiberi (32°), autore di una gara tutta in rimonta, il piemontese della TX Active Bianchi solo nell'ultimo giro ha recuperarato cinque posizioni, 42° Christian Cominelli, 43° Yader Zoli, 45° Umberto Corti.Ordine d'arrivo1. Hermida Josè (SPA) in 1 ora 55' 03, 2. Absalon Julien (FRA) a 00' 32, 3. Stander Burry (RSA) a 00' 52, 4. Sauser Christoph (SUI) a 1' 17, 5. Kurscaht Wolfram (GER) a 1' 20, 6. Schurter Nino (SUI) a 2' 01, 6. Peraud Jean-Christophe (FRA) a 3' 40, 7. Fluckiger Lukas (SUI) 3' 56, 8. Paulissen Roel (BEL) a 4' 19, 9. Fluckiger Matias (SUI) a 4' 30, 10. Tempier Stephane (FRA) a 4' 35

giovedì 9 aprile 2009

Terre Blu e Laguna Bike ancora successi per il team Olympia

Primo weekend di Aprile all'insegna delle vittorie per il G.S. Olympia, grazie ai successi assoluti di Marzio Deho, primo alla Granfondo Terre Blu a Diano Marina, e quello di Nicola Dalto, vincitore a Eraclea Mare della Laguna Bike. A queste due vittorie si devono aggiungere i successi parziali di Lorenzo Pellegrini, e di Paolo Alverà.
Una rivincita per Marzio Deho, dopo lo sfortunato epilogo della GF Terre Blu 2008 quando una foratura nel finale di gara gli tolse un sicuro successo. Successo che, peraltro, aveva già raccolto altre due volte, nel 2006 e nel 2007. Dopo 1h53m l'orobico portacolori del team diretto da Marino Pizzo ha quindi tagliato il traguardo con le braccia al cielo, lasciando a 3m30s Massimiliano Milan e a 4m41s Fabrizio Melardi. Vittoria in casa G.S. Cicli Olympia anche in campo giovanile, grazie a Lorenzo Pellegrini che si impone tra gli Junior.
A Eraclea Mare in provincia di Venezia, invece, Nicola Dalto raccoglie la terza vittoria del 2009, trionfando nella tredicesima edizione della Laguna Bike. Ai piedi del podio assoluto, ma terzo nella categoria Elite, il vicentino Daniel Boschetto, mentre Paolo Alverà vince in tutta tranquillità la categoria Master3.
Nel lunedì di Pasquetta il team sarà schierato al via della Prosecchissima a Miane (TV), alla Verona Castagnè a Mezzane (VR) e al 16° Memorial Plebani Alessandro a Viadanica (BG).

mercoledì 8 aprile 2009

Verona: Il comitato organizzatore della Granfondo Tre Valli comunica che tra circa un mese inizierà a tracciare in maniera definitiva il percorso della manifestazione in programma il 6 settembre prossimo in Val d'Illasi. Chi desiderasse, comunque, testare con largo anticipo i tracciati, oltre che visionare tracciato e altimetria, potrà scaricare le tracce GPS dal sito intenet dell'evento al seguente indirizzo web: http://www.granfondotrevalli.it/percorsi.html.

martedì 7 aprile 2009

Il 19 Aprile la GF Vignalonga

Il Gruppo Iseo Guide MTB e l'MTB Racing Iseo nel fine settimana hanno proceduto a segnalare completamente il percorso della IV Vignalonga che si correrà il 19 Aprile prendendo il via dal Centro Sportivo di Adro che l'Amministrazione Comunale di Adro (BS) ha gentilmente messo a disposizione. Girando fra i vigneti, le colline della Franciacorta e del Sebino sarà possibile vedere i cartelli con il logo della manifestazione che sono posizionati per accompagnare gli atleti sul percorso. La manifestazione che ha preso il via quattro anni fa da Corte Franca, è cresciuta di anno in anno, e annovera nel proprio carnet la presenza di molti campioni. Il primo anno si prendeva il via dal Campo Sportivo di Corte Franca accanto all'ingresso dell'Acqua Splash che da quattro anni ci sponsorizza e crede nel nostro progetto di far conoscere il territorio attraverso lo sport. I campioni che hanno tagliato il traguardo atleti della Team infissi designe Ser Edil 1° Joan Jairo Botero 2° Mario Alberto Rojas 3°Julian Becerra Medina arrivati dalle Marche o più correttamente dalla Colombia. Gli spettatori che li hanno potuti vedere sul percorso hanno detto che era uno spettacolo osservarli nella corsa, sembravano furetti che con un'agilità spettacolare driblavano e scattavano sugli sterrati. La II Vignalonga sempre a Corte Franca, ma con partenza nella Piazza del Comune con la presenza di atleti provenienti dalla Toscana e Liguria, sponsor l'Agricola Boschi che riconfermava la sensibilità già dimostrata nella prima edizione e continua pure oggi a sostenerci. Il podio era conquistato dal campione locale Alessio Bongioni (Zaina club Bici) che sapeva affrontare con grinta i gran premi della montagna, mantenendo il distacco conquistato sull'Elite Nicola Dalto e Josef Mostosi entrabi della Cicli Olympia La III Vignalonga ha assistito allo spostamento della Logistica nel Comune di Adro dove il Sindaco Oscar Lancini con l'Assessore allo Sport Francesco del Pozzo hanno subito messo a disposizione le strutture del Centro Sportivo Polifunzionale e offerto al vincitore il Trofeo del Comune di Adro Podio conquistato dal Saretino Carlo Manfredi Zaglio (Team Todesco) su Alessio Bongioni (Zaina Club Bici) Marco Gilberti (Racing Rosola Bike).La IV edizione della Vignalonga prenderà il via sempre da Adro, ma il percorso sarà in parte variato, per poter offrire ai corridori la conoscenza delle moltissime opportunità di spostamenti che il nostro bellissimo territorio mette a disposizione degli atleti per conoscere e apprezzare il territorio. Un sentito ringraziamento a tutti i proprietari dei vigneti che consentono il passaggio della gara, non dimenticando tutti i volontari e le forze dell'ordine che con la loro presenza garantiscono la sicurezza della manifestazione. Info www.vignalonga.it

domenica 5 aprile 2009

Nicola Dalto firma 13°Laguna Bike

Eraclea mare: Nicola Dalto (Olympia) concede il bis alla Laguna Bike, prova d' apertura del circuito cross country Veneto Cup, con un'azione di forza imposta fin dal primo, dei quattro giri previsti, Dalto al terzo centro stagionale conferma il suo ottimo stato di forma. La giornata non partiva sotto i migliori auspici, un'acquazzone, quando si stavano allineando gli oltre 380 atleti divisi nelle griglie di 14 categorie, sembrava rovinare la giornata, ma subito dopo fortunatamente il cielo si è rasserenato.Al termine del primo giro c' era già il primo verdetto della giornata, con la vittoria dell' esordiente Riccardo Scaggiante (Dopla di TV) e nella femminile di Emily Corazzin (Ovam Victoria), mentre nella gara principale Dalto era già al comando da solo seguito da Zulian (Bike Pro Action) e Carraro (team Pamini), mentre nel secondo giro c' era l' epilogo per gli Allievi con le vittorie di Damiano Savi (Agordina) e di Tamara Rucco (Team Friuli). Nel frattempo tra gli amatori conducevaTasca (Bike Pro Action) seguito dal friulano Pittaccolo, poco lontani Rossi (bike Pro Action) e Marian (Bike club 2000). Nella M1 Leghissa (Spezzotto) conduceva tallonato da Simion (Playlife), mentre questi erano i leader nelle altre categorie Alverà (Olympia) M3, Ambrosi (Rampiclub) per gli M4e Feltre (Spezzotto) per gli M5. Arrivo anche per le ragazze con Ilenia Lazzaro (Adv-Corratec) che riusciva a conquistare la sua prima stagionale precedendo la Ciprian (Spezzotto) e la Florian. Eccoci all'ipotetico suono della campana con il terzo giro, non cambiava nulla se non per l'arrivo degli juniorer e dei M4-M5, ecco infatti quasi 'nascosto' e senza esultare l'arrivo dello juniores vicentino Nardon (vc,Vallortigara) che precedeva il veneziano Gilardini. Arrivano pure i più 'anziani' del gruppo con le nette affermazioni di: Ambrosi(Rampi club), fresco del titolo nazionale dell'Aeronautica tra gli M4, e Feltre della Spezzotto che doveva contenere il ritorno di Borsato (Iperlando) tra gli M5. Si sente il rumero della moto apripista ed eccolo raggiante braccia al cielo, con dedica e augurio al padre che domani compi gli anni, Nicola Dalto veramente in grande spolvero. Conclude con il miglior tempo, tra gli amatori Tasca e a una ventina di secondi Pittaccolo. Arrivo allo sprint tra Leghissa(Spezzotto) e Simion (Playlife), la spunta il secondo al suo primo stagionale per gli M1. Conferma tra i Mastersport con Rossi su Marian (Bike club 2000) e Falcomer (perla Verde). Senza storia il successo di Alverà dell'Olympia, quasi cinque minuti di vantaggio sul pur bravo Fabris(Bike Pro Action) nella M3.

giovedì 2 aprile 2009

13°GP Laguna Bike Eraclea Mare

Con la tredicesima edizione della Laguna Bike, ecco partire la Veneto-Cup, circuito di XC giunto alla terza edizione, percorso classico di oltre 9km che si sviluppa nelle stradine e sentieri di Eraclea e la caratteristica pineta della "Laguna del Mort", ripetuto 1 volta per gli esordienti, 2 per gli allievi, 3 giri per Junior-Donne, M4-M5, 4 giri per le rimanenti categorie. La partenza sarà alle ore 10,00 presso la pizzeria la Conchiglia in via Marinella 50. Già molte le adesioni dei team Veneti e non mancheranno le sorprese con personaggi di spicco. In testa il vincitore della passata edizione Nicola Dalto della cicli Olympia, oltre ai migliori "amatori" Veneti e Nazionali, ci saranno "scontri" di spessore anche tra loro, vedi i vari Tasca, Pittaccolo, Cazzaro, Roccoberton, Feltre, Bianco, Morandin, Alverà, Dionisi, Zoppas, Leghissa e scusate se ne tralascio qualcuno.Anche le novità vanno segnalate, ecco allora il regolamento del circuito che conta ben 14 categorie con la divisione tra Elite e Under, poi la ciliegina sulla torta con il montepremi in denaro esclusivamente per la giovanile, un impegno da lodare per le società impegnate nella terza edizione della Veneto-Cup a dimostrazione che si lavora per la promozione, cosa che nelle "ricche" Marathon e Granfondo non succede.La regia del team della Perla Verde di Eraclea diretta da Beppe Clementi con Masotti e Franzo in sala regia e il commento del sottoscritto con le riprese televisive di Alcamedia curate da Rosa e Gusella, e l'attento coordinamento del dirigente e biker Furlanetto.(Luciano Martellozzo)

mercoledì 1 aprile 2009

G.S. Cicli Olympia: Nicola Dalto primo a Meduna di Livenza, ottimi risultati anche alla Lessinia Legend

Nel freddo e piovoso weekend di fine Marzo, il G.S. Cicli Olympia ha raccolto ancora una volta importanti risultati. A cominciare dal successo assoluto di Nicola Dalto a Meduna di Livenza, in provincia di Treviso, che conquista così la seconda vittoria assoluta in questa stagione 2009. Sempre in Veneto, ma a Verona, è andata invece in scena la tredicesima edizione della Lessinia Legend, con ben 2500 corridori al via. Nella gara che apriva il circuito Windtex, vinta dal colombiano Leonardo Paez, il bergamasco Marzio Deho ha colto un ottimo sesto posto, con un efficace recupero nel finale. Sui 58 km resi ancor più impegnativi dal fondo pesante si sono dati battaglia anche Agostino Andreis, che ha chiuso in ventesima posizione assoluta, mentre il Master2 Josef Mostosi ha conquistato la quarantacinquesima posizione assoluta, l’ottava di categoria. Poco più indietro ha chiuso la propria gara anche Daniel Boschetto, in sessantunesima posizione assoluta.Infine, quarta posizione per Andrea Berlusconi tra i Mastersport2 nel IV Trofeo Città di Lomazzo, in provincia di Como, gara inaugurale del Circuito Tre Province – Insubria Top Race.Domenica 05 Aprile il Team si dividerà tra, la seconda tappa degli Internazionali d’Italia XC a Nalles , la Granfondo Terre Blu a Diano Marina (IM), la 1^ Prova Veneto Cup ad Eraclea (VE) e nel 14° Gran Premio Brescia Bike a Urago Mella (BS).


Cicli Olympia s.n.c.Via G. Galilei, 12/A 35028 Piove di Sacco (Pd)Tel. +39 049 9703000Fax +39 049 9703782 e-mail: info@olympiacicli.ithttp://www.olympiacicli.it

Buona prova oggi alla Top Class di Stevena'di Caneva

Sono partito determinato a questo xc valido per la  Top Class e a mio avviso tutto sommato ho disputato una buona gara classificandomi undi...